Menù e Diete Speciali: informativa per le scuole in provincia di Lecco

Come comporre il menù

Il menù deve rispondere ai requisiti nutrizionali definiti nelle Linee Guida per la ristorazione scolastica della Regione Lombardia e del Ministero della salute.

Nel 2003 il servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione dell’ASL di Lecco ha predisposto e divulgato alle scuole un’utile guida per la stesura del menù: “Come comporre un menù a scuola”. Tale documento permette la pianificazione di un menù nutrizionalmente bilanciato con l’ausilio di due strumenti:

TANGRAM CREA MENU

Tangram Crea Menù

RICETTARIO BASE

Si vuole sottolineare che la guida fornita dall’ASL sopracitata è un riferimento standard che non deve essere recepito tal quale, ma va personalizzato contemplando tutte le preparazioni ed, inoltre, aggiornato nei casi seguenti: cambio dell’età dell’utenza, introduzione di nuovi alimenti nel menù non contemplati nella tabella delle grammature precedenti, oppure per esigenze della scuola. 

Valutazione menù

Una volta predisposto il menù, è possibile richiederne una valutazione da parte del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (SIAN) almeno 30 giorni prima della prevista applicazione.

I documenti da presentare al SIAN, sono riportati di seguito:

Modulo richiesta valutazione menu e tabelle dietetiche in ristorazione collettiva, note per la compilazione del modulo richiesta valutazione menu e tabelle dietetiche in ristorazione collettiva;

– Griglia riassuntiva del menù mensile (vedi Tabella per l’elaborazione e valutazione dei menu scolastici standard (unico o stagionale));

– Tabella dietetica con grammature di ciascun alimento o dei principali ingredienti utilizzati per la realizzazione del piatto (vedi Tabella quantitativa per le varie fasce di età).

Al fine di agevolare la distribuzione ed evitare disguidi con l’utenza in merito alle porzioni servite, sarebbe opportuno predisporre una tabella con le indicazioni per la porzionatura degli alimenti in distribuzione utilizzando unità di misura standard (es. mestolo o schiumarola di un certo diametro per i primi piatti, numero di cucchiai o fette per i secondi piatti, numero di cucchiai o pinze per i contorni).

Diete speciali (come richiedere all’ASL una dieta speciale per la ristorazione collettiva – istruzioni per i genitori)

In presenza di un utente con problematiche particolari di ordine medico, psicologico – comportamentale o di altra natura, che necessita per lunghi periodi di un regime alimentare particolare, diverso da quello proposto dalla scuola, il genitore può richiedere una dieta speciale. La domanda deve pervenire esclusivamente da parte del genitore dell’alunno al SIAN presentando l’apposito modulo: richiesta di dieta speciale nella ristorazione collettiva unitamente all’informativa ai sensi della privacy (art. 13 D.Lgs. 196/2003).

Nel modulo va riportata la descrizione dettagliata del problema presentato dal bambino e/o del motivo per cui viene inoltrata la richiesta di valutazione della Dieta Speciale (specificando quali ingredienti o preparazioni non devono essere consumati) e vanno inoltre allegati certificazioni mediche, prescrizioni dietetiche, terapeutiche e comportamentali ecc. Il SIAN invierà la risposta alla famiglia richiedente, la quale dovrà consegnare la documentazione alla scuola.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.asl.lecco.it, nella sezione nutrizione, dove è possibile trovare la versione aggiornata della modulistica sopracitata.

Written by

1 Comments to “Menù e Diete Speciali: informativa per le scuole in provincia di Lecco”

  1. Jurefe ha detto:

    RAFFAELLA ROSSI scrive:BUON GIORNO, HO 44 ANNI,LAVORO PER CONTO DI UNA SOCIETe0 PER AZIONI CHE COMMERCIALIZZA STRUMENTI DIAGNOSTICI-VORREI AVERE INFO RIGUARDO A POSSIBILITA’ DI FINANZIAMENTI EUROPEI (IMPRENDITORIA FEMMINILE) PER CREARE DITTA PRETTAMENTE FEMINILE CON FORMULA CHE AGEVOLI LA DONNA CHE AL TEMPO STESSO e8 MAMMA E IMPIEGATA ( punto di intconro per figli grandi/piccoli accuditi in ditta da insegnante/i)CHE COMMERCIALIZZI A LIVELLO INTERNAZIONALE PRODOTTI CONSUMABILI PER LABORATORI ANALISI.A CHI DEVO SOTTOPORRE IL PROGETTO ADEGUATAMENTE DETTAGLIATO?GRAZIE

Rispondi a Jurefe